Questo sito impiega cookie come descritto nella informativa. Continuando la navigazione si esprime consenso a tale impiego

top_12 top_01 top_02 top_03 top_04 top_05 top_06 top_07 top_08 top_09 top_10 top_11

tourist info

La richiesta di erogazione di contributo per il superamento delle barriere architettoniche in case di civile abitazione può essere presentata entro il 31 dicembre. 

Contributi per gli interventi anche non edilizi necessari per l'eliminazione delle barriere architettoniche da parte di persone con disabilità fisica, psichica e/o sensoriale. La domanda deve essere presentata prima di iniziare i lavori e prima di pagare ualunque acconto ai fornitori (dopo la presentazione della domanda al protocollo, potrà essere effettuato un sopralluogo per verificare che l'intervento non sia stato eseguito).

A intervento ultimato il richiedente porterà all'Ufficio Amministrativo del Servizio Sociale fotocopia non autenticata delle fatture.

Al ricevimento del contributo regionale:
- sarà necessario presentare Al Servizio Sociale le fatture originali, regolarmente quietanzate, che verranno annullate dal Servizio stesso con la dicitura: “documento utilizzato ai fini del rendiconto del contributo regionale concesso ai sensi dell’art. 16 della L.R. 41/96”.
- l'Amministrazione Comunale provvederà, previo sopralluogo, a rimborsare le fatture (per i lavori eseguiti e pagati) con i limiti stabiliti dal Regolamento entro 60 gg: il contributo è concesso in misura pari alla spesa effettivamente sostenuta per costi fino a 5.000 Euro, aumentato del 30% della spesa effettivamente sostenuta per costi da 5.001 Euro a 10.000 Euro, aumentato del 20% per costi da 10.001 Euro a 20.000 Euro e infine aumentato di un ulteriore 5% per costi da 20.001 Euro a 50.000 Euro. L'importo del contributo non può superare la somma di Euro 10.000.

 

Normativa di riferimento: Art. 16 della L.R. n. 41/1996, Regolamento di attuazione D.P.Reg. 6.7.2016 n. 137/Pres.

Requisiti   Certificazione di invalidità commissione medica stati di invalidità civile, un certificato medico, in carta libera, qualora dalla certificazione di invalidità non risultino le obbiettive difficoltà che derivano dalla disabilità accertata

Documenti da produrre: Domanda al protocollo in carta da bollo

Scarica gli allegati